Vendita diretta definizione e organizzazione

Vendita diretta definizione e opportunità di evidenziare le qualità.
Siamo qui arrivati a un punto determinante per la vendita diretta: la vendita diretta è quella forma di vendita che permette al venditore di evidenziare al consumatore le qualità e quindi i benefici di un prodotto.

La vendita diretta è la vendita di qualità.

I creatori del Network Marketing pensarono fondamentalmente di fare questo: avere l’opportunità, con un sistema di vendita talmente innovativo, di proporre alle persone i vantaggi che un bene di migliore qualità.
Evidenziare le differenze, rispetto al bene con la stessa funzione che stavano utilizzando in quel momento.
Insomma, il Network Marketing è nato come metodo per effettuare una vendita diretta di beni di consumo, che avessero una qualità notevolmente maggiore rispetto ai prodotti che normalmente ci propone la distribuzione tradizionale.

Il network marketing e l’attività di vendita

Però questo avrebbe significato dovere creare una rete di venditori diretti, che avrebbero svolto l’attività di vendita.
In effetti il Network Marketing è molto di più.

L’idea fondamentale era che, gli stessi venditori fossero, reclutatori prima e gestori poi di una rete commerciale.
Una idea assolutamente innovativa, che aveva avuto un solo precedente, in termini di valore di marketing, nella storia del commercio mondiale.

Dicevamo, solamente un’altra volta si ebbe una idea tanto forte e penetrante sui mercati.
Mi riferisco a quando nel 1860, il costruttore di macchine per cucire Singer inventò il franchising.

Network marketing definizione e confronto col franchising

Entrambe le idee, franchising e Network Marketing, hanno in comune la volontà di mettere nelle condizioni i propri collaboratori di ottenere dei lauti guadagni.
Creare quindi una forte motivazione nel promuovere l’azienda mandataria, ovvero l’industria produttrice.

Però con una differenza sostanziale: nel sistema messo a punto da Singer e chiamato franchising, bisogna investire ingenti somme iniziali per diventare franchisee.
Franchiseeè il collaboratore mandatario, che apre i proprio negozi con il nome della marca.
Mentre nel Network Marketing questo non è necessario fare investimenti tanto importanti.

L’investimento iniziale del network marketing è veramente irrilevante.
Mentre la possibilità di conseguire elevati guadagni è praticamente identica al franchising.
Perà con un fattore in più a favore del Network Marketing, l’assoluta autonomia nella gestione del proprio tempo.
Non vincolato a orari di ufficio, di negozio o del deposito.
Un mestiere quindi per un lavoratore autonomo o meglio ancora definirlo un libero professionista.

Leggi i capitoli precedenti:

Cos’è il network marketing?

Network marketing durante recessione

Vendita diretta e multilevel marketing

Visita www.marketingdigitale.group

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *